Impronte dentali gesso

Un’impronta dentale perfetta è alla base per la realizzazione di una protesi impeccabile o di un apparecchio dentale adatto alla correzione di un particolare problema.
L’impronta dentale è la riproduzione il più possibile fedele delle arcate (o di porzioni delle arcate) dentali del paziente. Tradizionalmente l’impronta dentale era realizzata in gesso e serviva per la produzione di protesi destinate all’implantologia dentale oppure per la produzione di apparecchi ortodontici.

Come si prendono le impronte dentali

Normalmente le impronte dentali vengono prese dal dentista utilizzando un supporto (cucchiaio da impronta) a forma di arco su cui viene inserita della pasta modellabile (alginato o silicone) che indurisce nel giro di qualche minuto.

Molti pazienti, durante la procedura di presa dell’impronta lamentano alcuni fastidi: sensazione di soffocamento, conati di vomito e forte disagio. Piccole accortezze (come l’evitare di tenere la testa eccessivamente reclinata indietro e respirare lentamente dal naso) possono alleviare un poco il fastidio.
Una soluzione decisamente più confortevole che azzera il problema legato alla presa delle impronte dentali è l’impronta dentale digitale 3d mediante scanner intraorale.

La registrazione dello scanner intraorale, produce un modello digitale che viene utilizzato dallo studio odontotecnico per realizzare i manufatti (corone, impianti, apparecchi…)
L’impronta dentale digitale 3d tramite scanner intraorale si può infatti utilizzare per lavorare anche in aree ristrette limitando di molto l’invasività dell’operazione che risulta meno fastidiosa e molto veloce.